Quattrini

Paola Quattrini esordisce a soli quattro anni al cinema, e a dodici in palcoscenico recitando in Il potere e la gloria di G. Greene, con la regia di L. Squarzina. A quindici anni frequenta le cantine romane interpretando Tanti fiammiferi spenti di Luciani, che le vale l’appellativo di `ninfetta del teatro di prosa’ dell’epoca. Lavora poi con F. Valeri. Nel 1968 è Jessica in Le mani sporche di Sartre allo Stabile di Torino, recita Pirandello in Diana e la Tuda , ma nelle sue corde c’è soprattutto il repertorio brillante, con titoli come Il gufo e la gattina al fianco di W. Chiari, Due sull’altalena con C. Pani, La papessa Giovanna (1973) di J. Quaglio con A. Giordana, Non è per scherzo che ti ho amato di Fabbri (1977) con C. Giuffrè. Lavora quindi con E. Calindri, S. Satta Flores, e quasi tutti i grandi del teatro d’intrattenimento. Con S. Santospago è protagonista di A piedi nudi nel parco , pièce di N. Simon (1982). Negli anni ’70 la troviamo in molte commedie prodotte dalla Rai direttamente per il piccolo schermo. Nel 1987 è con Dorelli nel musical Se devi dire una bugia dilla grossa . Nel 1988 con Bramieri nel delizioso Una zingara mi ha detto . Nel 1993 torna a un testo impegnativo interpretando Affabulazione di Pasolini con la regia di Ronconi.